Riconoscimento della cittadinanza italiana "iure sanguinis"

Stampa la pagina

Informazioni

È possibile che i discendenti di cittadini italiani di antica emigrazione siano, per discendenza paterna, e, dopo l'1 gennaio 1948 anche materna, cittadini italiani. Tali soggetti hanno il diritto di vedersi riconosciuto il loro originario status civitatis. Trattasi, quindi, di un riconoscimento di cittadinanza italiana iure sanguinis e non di una sua acquisizione.

 

 

Requisiti, documentazione richiesta e modalità

Il riconoscimento del possesso dello status civitatis italiano è subordinato al possesso di determinati requisiti.

Condizione preliminare per avviare la procedura in oggetto è l'iscrizione anagrafica nel Comune di richiesta. Al fine di ottenere il nulla osta per l'iscrizione anagrafica è necessario esibire preventivamente copia dei documenti richiesti dalla circolare del Ministero dell'Interno n. K.28.1 per il riconoscimento iure sanguinis della cittadinanza italiana (indicati di seguito).

Una volta perfezionata la residenza, il richiedente deve presentare istanza di riconoscimento della cittadinanza iure sanguinis, corredata dalla seguente documentazione:

  • estratto dell'atto di nascita dell'avo italiano emigrato all'estero rilasciato dal Comune italiano ove egli nacque;
  • atti di nascita, muniti di traduzione ufficiale italiana, di tutti i suoi discendenti in linea retta, compreso quello della persona che chiede il riconoscimento della cittadinanza italiana;
  • atto di matrimonio dell'avo italiano emigrato all'estero, munito di traduzione ufficiale italiana se formato all'estero;
  • atti di matrimonio dei suoi discendenti, in linea retta, compreso quello dei genitori della persona che chiede il riconoscimento della cittadinanza italiana;
  • certificato rilasciato dalle competenti Autorità dello Stato Estero di emigrazione, munito di traduzione ufficiale in lingua italiana, attestante che l'avo italiano a suo tempo emigrato dall'Italia non acquistò la cittadinanza dello Stato Estero di emigrazione anteriormente alla nascita dell'ascendente dell'interessato (cosiddetto certificato di non naturalizzazione);
  • se presente, certificato di morte degli ascendenti in linea retta della persona richiedente il possesso della cittadinanza italiana;
  • certificato di residenza.

Tutta la suddetta documentazione dovrà essere presentata in originale legalizzato e con traduzione in lingua italiana anch'essa legalizzata.

 

 

Appuntamenti

Per la richiesta di riconoscimento della cittadinanza iure sanguinis è necessario prendere appuntamento telefonico (0583 428226 - 0583 428228 - 0583 428301) o via mail (stato.civile(at)comune.capannori.lu.it) in quanto il servizio viene erogato esclusivamente il lunedì e il venerdì dalle 11:00 alle 13:00.

Tempistica

I tempi di conclusione di tale procedimento sono di 180 gg (art. 2, comma 4, della legge n. 241/1990; Delibera G.C. n. 112 del 18/04/2019) dalla data di presentazione dell'istanza, fatte salve eventuali sospensioni per la richiesta di documentazione da parte delle Autorità competenti.

Costi

L'istanza di riconoscimento della cittadinanza deve essere corredata di marca da bollo da 16 euro. I certificati forniti a corredo della medesima, ove rilasciati in Italia da Autorità italiane, dovranno essere prodotti in conformità con le disposizioni vigenti in materia di bollo. La traduzione in lingua italiana dei certificati rilasciati da Autorità straniere dovrà essere redatta su carta da bollo.

I contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 09 luglio 2019, ore 12:38

mobile_ico
Centralino: 0583 4281
Emergenze: 348 31 51251
Numero Verde: 800 43 49 83
Lun-Ven dalle 11:30 alle 13:30
Polizia Municipale: 0583 429060
logo-comune_ico
Piazza Aldo Moro 1
Piazza Aldo Moro 1, 55012 Capannori LU
P.IVA 00170780464

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune