Presentata la quarta edizione del Premio Letterario Nazionale 'Carlo Piaggia' dedicata al tema del viaggio

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 17 maggio 2024, ore 15:29

Anni, 2023, Comunicati Stampa, HomePage
I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione del Premio

Torna il Premio Letterario Nazionale ‘Carlo Piaggia’, giunto alla quarta edizione, che quest’anno in occasione del Bicentenario del Comune integrerà  al titolo originario la qualifica  ‘Città di Capannori’. Anche questa volta il Premio ha come tema il viaggio, inteso sia come conoscenza di realtà esterne (luoghi, culture, religioni), sia come percorso interiore di conoscenza di sé, e occasione di incontro e confronto con l'Altro. Il Premio è nato con l'intento di far conoscere Carlo Piaggia e valorizzare il territorio di Badia di Cantignano, paese di origine del famoso esploratore, per secoli centro di civiltà e religiosità, prima benedettina e poi camaldolese, restituendogli la sua antica vocazione di crocevia di culture diverse. Il concorso letterario, che reca come sottotitolo 'La conoscenza vien viaggiando' è promosso dall’Associazione “Carlo Piaggia”, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, del Comune di Capannori, della Fondazione “Promo P. A.”, della Fondazione “Mario Tobino” e dell’Associazione “Lucchesi nel Mondo”, con il contributo del Comune di Capannori, della Unicoop Firenze – Sezione di Lucca, Italiana Assicurazioni, e in collaborazione con l’Associazione culturale “La Sorgente”. 
L’iniziativa è stata presentata questa mattina (mercoledì 13 settembre) nella sede comunale con  una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l'assessore alla cultura  Francesco Cecchetti, la presidente del Premio Oriana Spaziani Rispoli, il parroco di Badia di Cantignano Don Emanuele Andreuccetti, che ricopre la  carica di vicepresidente dell’associazione ‘Carlo Piaggia’, il critico letterario  Luciano Luciani e Maria Fortini in rappresentanza della Bibliocoop di Lucca. 

“Siamo contenti di presentare questa nuova edizione del Premio ‘Carlo Piaggia’, una iniziativa culturale di grande importanza per il nostro territorio che si pone importanti obiettivi – spiega l'assessore alla cultura, Francesco Cecchetti –. Il suo intento infatti è quello di ricordare Carlo Piaggia, esploratore di vaste zone dell'Africa, che si caratterizzò per il suo approccio pieno di umanità, e di valorizzare Badia di Cantignano, un luogo significativo non solo dal punto di vista storico e architettonico ma anche per essere un simbolo di incontro tra culture diverse. Altra fondamentale finalità del Premio è quella di incentivare la passione per la scrittura e la lettura, con particolare attenzione alle nuove generazioni, stimolando la scoperta di nuovi orizzonti attraverso la creazione letteraria, e offrire ai cittadini l’opportunità di conoscere  nuovi scrittori”.

“Se facessimo un bilancio delle iniziative sin qui realizzate sul territorio capannorese grazie al Premio Letterario Carlo Piaggia dalla sua creazione a oggi, avremmo immediata conferma del valore di questo progetto culturale – afferma la presidente del Premio Oriana Spaziani Rispoli –. Nel corso delle prime tre edizioni del Premio, infatti, scrittori, letterati, storici, associazioni e circoli di lettura si sono impegnati a gettare le fondamenta del concorso letterario intitolato alla memoria del concittadino Carlo Piaggia, e a promuoverne ogni successiva iniziativa. La risposta è stata ampia e articolata: lettori, studenti liceali, docenti e appassionati di letteratura a vario titolo hanno preso parte agli eventi curati dal Premio, frequentando gli incontri con gli scrittori e i poeti giudicati migliori e beneficiando degli scambi, delle riflessioni e delle conoscenze scaturiti da quelle occasioni. I romanzi vincitori delle prime tre edizioni sono stati presentati a Capannori in diversi contesti pubblici, oltre che al Liceo Scientifico Majorana, e nel 2023 anche a Guamo, durante la bella rassegna estiva “Ritornare ad essere umani”. Ma, nel tempo, le attività del Premio sono state molteplici: corsi di scrittura creativa, occasioni collaterali di promozione della figura di Carlo Piaggia, eventi culturali in collaborazione con altre associazioni del territorio. I lettori più appassionati hanno anche avuto l’opportunità di conoscere da vicino gli scrittori premiati, grazie ai momenti conviviali al termine degli incontri in calendario. Questa quarta edizione, di cui i promotori del Premio sono orgogliosi, comprende nuovi nomi di spicco nella Giuria ed è interamente incentrata sulla narrativa edita; il periodo che va dalla pubblicazione del bando al momento della premiazione, nel giugno 2024, sarà emozionante in quanto la Giuria avrà l’opportunità di scoprire nuovi scrittori – magari esordienti e non ancora noti al grande pubblico – e di farli poi conoscere sul territorio, grazie al supporto degli Enti locali e di tutti i soggetti che danno un concreto contributo al Premio Letterario Piaggia con il loro impegno organizzativo e logistico, e con la loro affettuosa partecipazione.”


Il concorso  è rivolto ad opere di narrativa edita (romanzi, raccolte di racconti) pubblicate con case editrici o autopubblicate, ma comunque provviste di codice ISBN.  La partecipazione è aperta a tutti gli autori, senza distinzione di nazionalità o cittadinanza, che abbiano compiuto diciott’anni  alla data di scadenza del bando, prevista per il 15 dicembre 2023, ed è riservata alle opere in lingua italiana. Gli autori possono partecipare al Premio con più di un lavoro. È obbligatorio l’invio della scheda di partecipazione, allegata al  bando e scaricabile dal sito web www.premiocarlopiaggia.it. Gradita anche la presentazione di un breve curriculum letterario. Le opere vanno spedite entro il giorno 15 dicembre 2023  all’indirizzo: APS Carlo Piaggia, Casella postale n. 73, 55012 Capannori (Lu). L’iscrizione al concorso è gratuita per i giovani al disotto dei ventisei anni alla data di scadenza del bando. Il primo classificato riceverà un assegno di cinquecento euro, una targa e la garanzia di almeno due presentazioni del libro nel territorio di Capannori. Il secondo classificato riceverà un assegno di trecento euro, una targa e la garanzia di almeno una presentazione del libro nel territorio di Capannori. Il terzo classificato riceverà un assegno di duecento euro, una targa e la garanzia di almeno una presentazione del libro nel territorio nel territorio di Capannori. In caso di assegnazione ex aequo, il premio in denaro verrà diviso in parti uguali fra i vincitori. Menzioni Speciali potranno essere discrezionalmente attribuite dalla Giuria.

Le opere saranno valutate da una giuria tecnica composta da scrittori,  giornalisti e cultori di Lettere, e da una giuria popolare, formata da cittadini del territorio. La giuria tecnica è composta da Oriana Spaziani Rispoli (Presidente della Giuria, editor e curatrice di progetti culturali), Paola Battistoni (Coordinatrice Segreteria), Roberta Alessi, insegnante, Don Emanuele Andreuccetti, parroco di Badia di Cantignano, Alessandro Bedini, giornalista e docente universitario, Fabio Belgrano, esperto di linguaggi dei nuovi media, Mario Franceschelli, insegnante, Laura Guidugli, scrittrice e insegnante di Lettere, Luciano Luciani, critico letterario, Daniela Marcheschi, critico e docente di Letteratura e di Antropologia delle Arti, Claudia Santini, libraia, Stefano Tofani, scrittore.

La giornata di premiazione è in programma sabato 22 giugno 2024 nell’antica Chiesa abbaziale di Badia di Cantignano, paese di origine di Carlo Piaggia. Alla giornata di premiazione interverranno personaggi del mondo letterario e della cultura.

Per informazioni premiocarlopiaggia@gmail.com
 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune