L'amministrazione Menesini ha ottenuto 1 milione e 500 mila euro dai fondi Miur-Pnrr per realizzare la nuova scuola dell'infanzia di San Leonardo in Treponzio

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 28 novembre 2022, ore 13:18

Anni, 2022, Comunicati Stampa, Edilizia scolastica, Grandi temi, La scuola al centro, Evidenza
L'assessore all'edilizia scolastica Francesco Cecchetti


L'amministrazione Menesini ha ricevuto un finanziamento di 1 milione e 500 mila euro provenienti da fondi Miurr -Pnrr per la costruzione della nuova scuola dell'infanzia di San Leonardo in Treponzio che andrà a sostituire l'attuale che sarà demolita.

“L'attuale scuola dell'infanzia di San Leonardo in Treponzio necessiterebbe di radicali e costosi interventi di  ristrutturazione per tornare ad essere funzionale e rispondente alle attuali esigenze educative  e per questo motivo abbiamo optato per costruirne una nuova – spiega l'assessore all'edilizia scolastica, Francesco Cecchetti -. Il nuovo plesso scolastico sarà una struttura moderna,  confortevole e sicura con caratteristiche più idonee alla normativa vigente in termini di sicurezza strutturale, tecnologia, comfort e risparmio energetico. Siamo soddisfatti di aver ottenuto il finanziamento che ora ci permetterà di dare avvio all'iter per la realizzazione del nuovo plesso scolastico per la quale investiremo anche risorse comunali. Il nostro ente, che ha tra le sue priorità quella di garantire scuole belle, funzionali e sicure,  negli ultimi anni è riuscito ad attrarre importanti finanziamenti esterni per l'edilizia scolastica, grazie anche alle capacità dei nostri uffici che ringraziamo”.

Secondo il progetto il nuovo edificio avrà una superficie di circa mille metri quadrati ,  una struttura in acciaio, una copertura a capanna e pareti a secco. La nuova scuola dell'infanzia ospiterà  tre sezioni e locali quali mensa, cucina, aula insegnanti, servizi igienici per le aule e per insegnanti e operatori di servizio, oltre ad altri locali tecnici ed uno spazio distributivo centrale. Inoltre, sarà a consumo energetico quasi zero (edificio nzeb) secondo le più recenti normative, grazie anche al notevole isolamento termico, all'impianto fotovoltaico previsto in copertura e alle schermature solari esterne

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune