Dal prossimo luglio cambia la gestione del servizio mensa. Il Comune punta ad una gestione in house acquisendo quote della Società 'Qualità e Servizi spa'.

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 22 maggio 2024, ore 16:18

Anni, 2023, Comunicati Stampa, Politiche educative, HomePage
L'assessore Francesco Cecchetti

In vista della prossima scadenza, a fine giugno 2024, dell’attuale servizio di ristorazione scolastica e comunale, l’amministrazione Menesini ha avviato un percorso per individuare la nuova gestione del servizio. La giunta ha approvato un atto di indirizzo, che nei prossimi giorni sarà all’attenzione del consiglio comunale, che punta alla scelta di un modello di gestione ottimale, che ha l’obbiettivo di potenziare la valorizzazione della filiera territoriale e quindi i prodotti a chilometri zero, nonche dei prodotti biologici, per garantire sempre più un cibo di qualità e legato alle produzioni locali. 

Un nuovo modello di gestione che intende mettere al centro di un servizio ritenuto momento centrale del sistema educativo la governance pubblica partecipata attraverso la formula in house. Per questo il Comune ha avviato un procedimento relativo all’acquisizione di alcune quote della Società ‘Qualità e Servizi spa’ di Calenzano e al successivo affidamento in house del servizio di refezione scolastica e degli altri servizi di ristorazione collettiva necessari all’amministrazione comunale.
‘Qualità e Servizi spa’ è l’unica società  di ristorazione scolastica pubblica della Toscana e si colloca al quinto posto della graduatoria nazionale stilata da ‘Foodinsider’ che si occupa di analizzare la qualità delle refezioni scolastiche. L’8° rating dei menù scolastici stilato da Foodinsider porta quindi  questa società ai vertici della classifica nazionale.  

“Il nostro obiettivo è quello di innalzare ulteriormente il livello di qualità delle nostre mense scolastiche per garantire a bambini e ragazzi cibi sempre più genuini,  provenienti dal territorio e possibilmente da coltivazione  biologica - spiega l’assessore alle politiche educative, Francesco Cecchetti-. La mensa rappresenta per noi un momento educativo centrale e, oltre a garantire pasti di qualità, costituisce anche un  momento fondamentale di educazione alimentare durante il quale è possibile imparare a mangiare in modo sano ed equilibrato. La gestione in house della ristorazione scolastica ci consentirebbe sicuramente di veder attuati appieno gli indirizzi dati dalla nostra amministrazione e di avere anche un controllo maggiore sull’espletamento del servizio stesso. Di qui la scelta di avviare un percorso per entrare a far parte attraverso l’acquisizione di alcune quote della società ‘Qualità e Servizi spa’ e poter gestire quindi in house il servizio. Avere un ruolo protagonista nella governance del servizio di ristorazione significa anche occuparsi della costruzione della filiera di approvvigionamento. In questa ottica la mensa può essere un veicolo importante per rafforzare la crescita di filiere agricole sul territorio in collaborazione con le imprese e le categorie agricole. Obiettivo dell'amministrazione è garantire la conservazione degli attuali livelli occupazionali e quindi l’opportunità di continuità alla situazione lavorativa del personale impegnato nei diversi servizi”. 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune