Bicentenario: accordo tra maggioranza e opposizione sui conferimenti di cittadinanza onoraria, intitolazioni di spazi pubblici e modifica dello stemma comuanle

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 17 maggio 2024, ore 15:29

Anni, 2023, Comunicati Stampa, Varie, Capannori città, HomePage
I partecipanti alla conferenza stampa

Conferimento di cittadinanza onoraria ad alcune personalità che hanno svolto e svolgono tutt’ora un ruolo importante per Capannori, intitolazione di spazi pubblici, quali strade, piazze ed edifici a persone che nel passato con la loro attività hanno contribuito alla crescita della comunità capannorese, modifica dello stemma comunale. 
Sono queste alcune delle più significative iniziative che caratterizzeranno il Bicentenario del Comune che si celebrerà il prossimo 24 settembre, sulle quali i gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione hanno trovato pieno accordo e che sono state illustrate con una conferenza stampa svoltasi stamani (martedì) nella sala consiliare del Comune. All’incontro con la stampa sono intervenuti Silvana Pisani, consigliera delegata al Bicentenario, il vice presidente del Consiglio Comunale, Gaetano Spadaro, per la maggioranza Laura Lionetti (Pd), Pio Lencioni ( Capogruppo 'Luca Menesini Sindaco'), Marco Bachi (Capogruppo di Sinistra con Capannori), Gaetano Ceccarelli (Capogruppo Popolari e Moderati), Roberta Sbrana (+ Capannori); per l’opposizione Domenico Caruso (Capogruppo Lega), Matteo Scannerini (Capogruppo Forza Italia), Matteo Petrini (Capogruppo Fratelli d’Italia), Bruno Zappia (Gruppo Misto).


La cittadinanza onoraria sarà conferita durante il consiglio comunale straordinario per il Bicentenario che si terrà il 23 settembre a Enrico Fernandez Affricano, scampato dalle persecuzioni razziste grazie all’aiuto dell’amministrazione comunale del tempo e della comunità capannorese, a Paul Connett, professore emerito di chimica alla St.Lawrence University nello Stato di New York e ispiratore della strategia Rifiuti Zero a livello mondiale,  a Stefano Gori,  pluripremiato atleta paralimpico, già Ambasciatore di Capannori dal 2011 e a Sandro Becheroni, che per 17 anni è stato allenatore  della Società Pallavolo Nottolini ottenendo risultati  di grande rilievo. 


Alcuni spazi pubblici del territorio comunale, come strade, piazze ed edifici, in alcuni casi ancora da identificare, saranno intitolati a Maurizio Di Natale, professore di educazione fisica, insegnante alla scuola media Nottolini di Lammari, fondatore della ‘Pallavolo Nottolini’; TarcisioPacini,  capannorese, creatore dell’azienda di mobili e arredi Tarpac, oggi nota in tutto il mondo, Fabio Lucchesi, maestro di scuola  elementare, leader dell’Associazione Ambiente e Futuro, e componente del team operativo del Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori,  LuigiColombini, lunatese, appassionato di ciclismo, primo calzolaio al mondo a mettere una lastra di acciaio fra le due suole delle scarpette da ciclismo che ebbe  tra i suo clienti campioni come Fausto Coppi e Gino Bartali, Guido Malfatti, celebre baritono nativo di Lucca e residente per molti anni a Capannori, protagonista indiscusso della scena lirica nazionale e internazionale, ai Martiri delle Foibe, ai Caduti nei luoghi di lavoro (con una targa da collocare nella piazza intitolata agli Invalidi del lavoro), Federico Pisani nato a Castelnuovo Garfagnana e cresciuto a Capannori calciatore prematuramente scomparso  poco più che ventenne,  cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta con la quale  debuttò in  Serie A a soli 17 anni (Cittadella dello Sport) e Antonio Maccarone, che durante la sua lunga carriera nell’Arma dei Carabinieri, durata 46 anni, ha ricoperto anche il ruolo di maresciallo dei Carabinieri alla stazione di Lammari, dedicando tutta la sua vita al bene dei cittadini e alla tutela della sicurezza. 

Nei mesi scorsi sono stati individuati anche  5 nomi di figure femminili di rilievo per la comunità capannorese cui intitolare luoghi pubblici del territorio sui quali  la Conferenza Capigruppo si è espressa favorevolmente all’unanimità in seguito ad un lavoro svolto dalle scuole del territorio in collaborazione con la Commissione Pari opportunità”. 

Per quanto riguarda lo stemma comunale è stato concordato di mantenere nello scudo il colore bianco e rosso e la capanna; di inserire sopra lo scudo la corona a 5 punte simbolo di città, in sostituzione, di quella attuale a 3, e sotto lo scudo la scritta ‘Città di Capannori; di togliere la raffigurazione della pantera; di inserire attorno allo scudo alcuni segni distintivi del territorio come ad esempio l’ulivo e la camelia.

“Sono molto soddisfatta dell’accordo raggiunto tra maggioranza e opposizione su quelli che possono considerarsi gli eventi di maggior spicco del compleanno dei 200 anni del Comune - spiega Silvana Pisani, consigliera delegata al Bicentenario -. Una dimostrazione di grande maturità di tutto il consiglio comunale che in un’occasione così rilevante come il Bicentenario è riuscito a fare un percorso di alto livello, al di sopra delle parti e per questo sono grata a tutti i rappresentanti dei gruppi consiliari che hanno partecipato, unitamente alla presidente del consiglio comunale Gigliola Biagini ed al vice presidente Gaetano Spadaro. Abbiamo fatto un lavoro importante, grazie al quale sono state individuate figure rappresentative per Capannori a cui conferire la cittadinanza onoraria e intitolare luoghi pubblici. E’ stato inoltre deciso – continua Pisani- di modificare lo Stemma ed il Gonfalone del Comune, i simboli distintivi per eccezione dell’amministrazione comunale, che fino ad oggi raffiguravano nelle immagini l’origine ed il forte legame di dipendenza da Lucca, pertanto non più rappresentativi della realtà del nostro Comune che nel corso degli anni si è affrancato dal dominio lucchese acquistando  autonomia e crescendo fino ad ottenere il titolo di ‘Città di Capannori’  conferito nel 2017  da un decreto del Presidente della Repubblica. Per la prima volta le modifiche allo stemma comunale  vengono condivise dal civico consesso, mentre in passato non è mai stato trovato un accordo che accomunasse la maggioranza e l’opposizione, rappresentando  un risultato eccezionale e molto significativo del percorso effettuato”. 

La delibera relativa al conferimento  della cittadinanza onoraria sarà già all’ordine del giorno del consiglio comunale del 6 settembre, che voterà anche una presa d’atto ufficiale relativa alle intitolazioni e agli indirizzi per la realizzazione del nuovo stemma. 


“Il Bicentenario sta rappresentando un’opportunità davvero importante per coinvolgere tutta la nostra comunità in un percorso di valorizzazione delle caratteristiche e dei tratti identitari del nostro territorio - affermano i consiglieri di maggioranza -. Un lavoro corale che vede la partecipazione di tante realtà locali presenti sul territorio in vari ambiti che ha già portato alla realizzazione di tante iniziative e che ne vedrà altre ed importanti di qui al 24 settembre quando avranno il loro culmine. Grazie all’unità dimostrata dal consiglio comunale conferiremo in pieno accordo la cittadinanza onoraria ad alcune personalità che hanno un legame speciale con Capannori e che hanno contribuito alla sua crescita e alla sua visibilità, così come intitoleremo spazi pubblici a coloro che nel passato hanno lasciato un segno tangibile sul nostro territorio. Riteniamo di particolare importanza poi la realizzazione di un nuovo stemma comunale, perchè sarà certamente più rappresentativo del territorio e più rispondente a quello che è oggi il nostro Comune”. 

“Abbiamo offerto il nostro contributo  per individuare quelle personalità che hanno avuto un ruolo rilevante a Capannori – affermano Domenico Caruso, Matteo Petrini e Matteo Scannerini rispettivamente capigruppo di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia -. Abbiamo indicato Federico Pisani, nostro grande calciatore ex Monza e Atalanta, tragicamente scomparso 25 anni fa in un incidente d’auto, come nome a cui intitolare la futura cittadella dello sport di Capannori, mentre al maresciallo Antonio Maccarone, storica figura legata all’Arma dei Carabinieri deceduto a causa del Covid che ha colpito al cuore molte famiglie, sarà invece  dedicata una targa  che sarà apposta nelle vicinanze della caserma di Lammari dove ha servito per tanti anni. Abbiamo proposto inoltre Sandro Becheroni, per diciassette anni allenatore della Nottolini Volley per il conferimento della cittadinanza onoraria del Comune e sostenuto quella di Stefano Gori un atleta molto impegnato nella diffusione dei valori dello sport. Vista la disponibilità dimostrata, da parte della maggioranza, nell’accogliere le nostre proposte, abbiamo deciso come centrodestra capannorese, di partecipare a questo accordo quadro sul bicentenario che sarà votato ad ampia maggioranza dal consiglio comunale”. 

Le  Cittadinanze Onorarie:

Enrico Fernandez Affricano è originario di Livorno. Sebbene la sua famiglia sia cattolica a causa delle leggi razziali del 1938 viene perseguitata perché un documento del Comune di Livorno attesta l’appartenenza alla ‘razza ebraica’ e  nel 1942  è sfollata a Guamo, dove viene aiutata dal parroco Don Tommaso Panigada. Successivamente la famiglia Fernandez Affricano  risulta in possesso di due documenti rilasciati dall’Ufficio  Anagrafe del Comune di Capannori nei quali si certificava che la famiglia non era appartenente alla ‘razza ebraica’.  La famiglia riuscì a trasferirsi a Roma e  a sfuggire alle leggi razziali oltre che per opera di Umberto Paradossi anche per l’aiuto  della comunità parrocchiale di Guamo. Una vicenda che ha creato un forte legame tra Enrico Fernandez  Affricano e la comunità capannorese.

Paul Connett, professore emerito di chimica alla St.Lawrence University nello Stato di New York e ispiratore della strategia Rifiuti Zero. Ha parlato in più di 2.000 conferenze in 52 Paesi del Mondo  sul tema della gestione dei rifiuti. Ha contribuito in modo decisivo a sviluppare il modello Rifiuti Zero di Capannori, fino all’adesione a Rifiuti Zero nel 2007, accettando la presidenza dell’Osservatorio Rifiuti Zero di Capannori e promuovendo come buona pratica le politiche ambientali del Comune di Capannori a livello internazionale. 

Stefano Gori: Nel 1996 ha iniziato la sua attività sportiva come non vedente. Nel 2005 ha ricevuto la nomina di ’Cavaliere della Repubblica’ dal Presidente della Repubblica  Carlo Azeglio Ciampi e nel 2011 ha ricevuto l’onorificenza di ‘Commendatore della Repubblica’  dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. In 14 anni di attività sportiva nell’atletica ha conquistato 70 titoli italiani. Ha ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui il Premio Pegaso della Regione Toscana e la Pantera d’oro della Provincia di Lucca. Ha intrapreso un‘intensa attività di divulgazione dei valori sportivi soprattutto nelle scuole. Dal 2011 è Ambasciatore del Comune di Capannori per aver rappresentato Capannori ai più alti livelli delle competizioni paralimpiche nell’atletica leggera .

Sandro Becheroni per 17 anni è stato allenatore della società Pallavolo Nottolini di Capannori ed ha ottenuto risultati di rilievo con questa società e con altre squadre in cui ha svolto il ruolo di allenatore. Becheroni è legato alla comunità capannorese avendo contribuito in modo determinante alla crescita del movimento sportivo della pallavolo,  ai risultati sportivi  della Società  Pallavolo Nottolini e all’insegnamento dei valori sportivi alle giovani generazioni. 

Il consigliere di opposizione Bruno Zappia (Gruppo Misto) ha condiviso l’intero percorso distinguendosi solo per non essere favorevole al conferimento della cittadinanza onoraria a Paul Connett. 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune