Arrivano nuovi contributi per associazioni, gruppi, soggetti del Terzo Settore disposti a riqualificare e valorizzare spazi di aggregazione, beni comuni e luoghi di comunità

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 21 maggio 2024, ore 15:40

Anni, 2024, Comunicati Stampa, Urbanistica, HomePage
L'assessore Giordano Del Chiaro

L’amministrazione Menesini continua a sostenere la riqualificazione e la valorizzazione di  spazi di aggregazione situati nelle varie frazioni destinati alla cittadinanza. 
La prossima settimana sarà pubblicato un bando che mette a disposizione complessivi 250 mila euro da destinare ad associazioni, gruppi, organizzazioni, soggetti del terzo settore, comitati, parrocchie, fondazioni, enti pubblici o privati, anche in forma associata, che abbiano sede sul territorio comunale e propongano azioni di rilevante interesse pubblico da realizzare su strutture e aree private fruibili dalla comunità.  

“Riqualificare, rivitalizzare e valorizzare aree e luoghi di comunità del territorio per favorire l’aggregazione dei cittadini  e, in particolare, dei giovani, ha innanzitutto una significativa valenza sociale, ma rappresenta anche un modo importante per tutelare  e  dare nuovo decoro a strutture e aree private che altrimenti, senza il sostegno del Comune, non potrebbero essere riqualificate - spiega l’assessore all’urbanistica, Giordano Del Chiaro-.  Recuperare  questi spazi significa, quindi, anche promuovere  la cura del territorio e uno sviluppo sostenibile intervenendo su ciò che già esiste senza andare a consumare nuovo suolo. Il percorso di collaborazione iniziato alcuni anni fa con le varie realtà sociali del nostro territorio per favorire  l’aggregazione e la socializzazione dei giovani, delle donne e degli uomini dei nostri paesi ha dato risultati molto positivi creando nuovi luoghi fruibili dalla comunità. Tra questi, gli impianti sportivi all’oratorio di San Colombano e al centro parrocchiale di Marlia, lo spazio di comunità alla chiesa parrocchiale di Vorno, il parco giochi e l’area verde a San Ginese di Compito, l’area verde dell’oratorio di Lappato, il campo di calcetto a San Gennaro.  Questo ci ha spinto a proseguire su questa strada, mettendo a disposizione del privato sociale nuove e consistenti  risorse con l'obiettivo di continuare questa sinergia per creare, rivitalizzare e valorizzare aree e luoghi del territorio, potenziare importanti presidi culturali e sociali già esistenti e favorire l’aggregazione giovanile e sociale con ricadute positive sulla nostra comunità”. 

Potranno essere ammessi al finanziamento progetti che abbiano come obiettivo la riqualificazione, la  valorizzazione e lo sviluppo  di luoghi di comunità, spazi di aggregazione e  beni comuni, come, ad esempio, parchi gioco, aree verdi, punti di aggregazione per giovani, campi polivalenti e aree sportive,  a patto che il privato metta questi spazi a disposizione di tutti i cittadini dopo aver sottoscritto un'apposita convenzione con il Comune.  Le proposte progettuali dovranno essere orientate, in particolare, al potenziamento e rafforzamento dell’aggregazione nella comunità locale; alla valorizzazione delle esperienze di maggior radicamento nelle comunità e nei paesi dei promotori; all’implementazione del numero dei destinatari coinvolti con particolare attenzione ai giovani; ad esaltare il carattere territoriale e la capacità di coinvolgimento delle comunità, nonché alla qualità ed allo stato di avanzamento progettuale e alla coerenza con i progetti avviati negli anni passati dall’amministrazione comunale. 


Ciascun progetto ammesso riceverà un cofinanziamento comunale, che non potrà essere superiore al 70% del costo totale, fino ad un massimo di 60 mila euro. 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune