Approvata all'unanimità dal consiglio comunale una mozione che chiede al Comune di aderire alla piattaforma unica nazionale informatica delle targhe associate al CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europeo)

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 23 maggio 2024, ore 15:55

Anni, 2023, Comunicati Stampa, Disabilità, Politiche sociali, HomePage
La sede comunale

Il consiglio comunale nella seduta di ieri (lunedì) ha approvato all’unanimità una mozione  che chiede all’amministrazione comunale di aderire alla Piattaforma unica nazionale informatica delle targhe associate al CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europeo). Il documento è stato presentato congiuntamente da tutti i gruppi consiliari ed illustrato dalla consigliera Ilaria Benigni della Lega e dal capogruppo di Sinistra Per Capannori, Marco Bachi, in qualità di presidente della Commissione consiliare sociale. Il sistema CUDE consente al cittadino titolare di contrassegno per disabili rilasciato in uno dei Comuni aderenti di spostarsi con l’auto in un altro Comune, italiano e dell’Unione Europea senza dover chiedere preventivamente l’autorizzazione per l’ingresso nelle aree a traffico limitato o per l’utilizzo dei parcheggi riservati. 


“La piattaforma – si spiega  nel documento -  è attiva in via sperimentale da metà 2022, ma perché il servizio funzioni è necessario che i Comuni si registrino e aderiscano alla sperimentazione. A seguito della registrazione le persone con disabilità possono presentare allo stesso Comune che ha emesso il contrassegno la richiesta di aderire al progetto compilando l’apposito modulo ed indicare una targa ‘attiva’ ad una targa facoltativa. A seguito della presentazione della domanda il Comune rilascia alla persona disabile titolare del contrassegno il codice univoco utilizzabile per accedere alla piattaforma e gestire le targhe”.


“Prendendo atto che l’amministrazione comunale di Capannori ritiene opportuno aderire al CUDE e che si è attivata in tal senso seguendo un percorso condiviso con la Commissione consiliare di riferimento e che è stato stabilito che alla data del 1° gennaio 2024 ci sarà l’adesione formale al CUDE per dare una data certa di avvio che coincida col rilascio dei contrassegni dell’anno 2024, che avranno una validità di 5 anni e che la polizia municipale, che si ringrazia per il lavoro svolto,  rilascerà un codice all’utente col quale in piena autonomia potrà accedere al portale nazionale  modificando ogni volta, se necessario la targa associata al suo contrassegno personale, superando le procedure attuali che prevedono che è necessario contattare ogni singola realtà territoriale dove è presente una ZTL. Ed inoltre, che è in corso un censimento dei vari contrassegni già rilasciati per consentire a tutti dal 1° gennaio 2024 il ritiro del proprio codice per accedere al portale nazionale”, la mozione approvata dal consiglio comunale “impegna il sindaco e la giunta ad aderire alla Piattaforma gratuita denominata CUDE al fine di semplificare la mobilità delle persone con disabilità su tutto il territorio italiano e consentire loro un pieno esercizio del diritto alla mobilità e di dare adeguata informazione dell’avvenuta adesione alla Piattaforma”. 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune