Anni, 2023, Comunicati Stampa, Varie, HomePage
Foto di gruppo dei premiati

Grande partecipazione alla seduta del consiglio comunale straordinario sul Bicentenario svoltasi questa mattina (sabato), che ha visto la consegna di onorificenze a cittadini, associazioni e imprese che si sono distinti per la loro attività,  per promuovere i valori di Capannori e per far conoscere Capannori nel mondo.  La seduta consiliare, iniziata con un minuto di silenzio in ricordo del Presidente Giorgio Napolitano, è stata aperta dal sindaco Luca Menesini. 
”E‘ per me un onore e un’emozione  - ha detto il sindaco Menesini - conferire oggi le varie onorificenze pensate per questa storica occasione riconoscendo l’impegno e il talento di persone, associazioni e attività produttive che hanno contribuito a far crescere Capannori, a portare avanti i suoi valori e a farla conoscere oltre i suoi confini. Un ringraziamento non simbolico ma sostanziale. Ringrazio la consigliera delegata al Bicentenario Silvana Pisani e l’intero consiglio comunale per l’importante lavoro svolto”.
Successivamente è intervenuta la presidente del consiglio comunale, Gigliola Biagini che ha dichiarato di sentirsi onorata di presiedere l’assise consiliare dedicata ai festeggiamenti dei 200 anni del  Comune, che ha definito ‘una data storica’,  ed ha ringraziato tutto il consiglio comunale per l’importante apporto dato in modo unitario al programma delle celebrazioni. A prendere la parola è stata poi Silvana Pisani, consigliera comunale delegata al Bicentenario che ha illustrato l’importante percorso partecipativo realizzato con la cittadinanza e quello compiuto con il consiglio comunale con cui, in occasione del compleanno dei 200 anni del Comune, sono stati realizzati numerosi eventi e manifestazioni sul territorio che proseguiranno anche nei prossimi mesi. Sono seguiti gli interventi dei capigruppo consiliari. Presenti alla seduta consiliare la comandante della Polizia Municipale di Capannori, Debora Arrighi, rappresentanti dei Carabinieri di Capannori e numerosi cittadini. 
Successivamente si è svolta la cerimonia di consegna delle onorificenze. 

Il primo cittadino ha conferito la Cittadinanza onoraria consegnando loro la ‘chiave’ della città e una pergamena con la motivazione del riconoscimento  a Enrico Fernandez Affricano: “Sfollato assieme alla famiglia a Capannori per sfuggire alle persecuzioni razziali durante la Seconda Guerra Mondiale, trovò l’aiuto della popolazione e di un funzionario comunale, che diede priorità alla vita piuttosto che all’applicazione di una legge ingiusta. Da allora è profondamente legato alla comunità di Capannori per i suoi valori di accoglienza e solidarietà”; Sandro Becheroni :“Allenatore italiano di pallavolo, ha contribuito in modo determinante alla crescita del movimento sportivo della pallavolo a Capannori, raggiungendo risultati sportivi di grande rilievo alla guida per 17 anni consecutivi della Pallavolo Nottolini e per l’impegno costante per l’insegnamento dei valori sportivi alle giovani generazioni. È un punto di riferimento per chi pratica questo sport e per tutti gli appassionati”; Paul Connett: “Chimico statunitense, è fra i padri fondatori della strategia “Rifiuti Zero”. Ha unito il proprio amore per la Terra alle conoscenze scientifiche per spiegare alle comunità di tutto il Mondo l’importanza di una rivoluzione culturale dal basso: i rifiuti come risorsa. Ha contribuito in modo decisivo a sviluppare il modello di gestione dei rifiuti del Comune, anche nel ruolo di presidente dell’Osservatorio “Rifiuti Zero” di Capannori, portandolo poi come esempio virtuoso all’attenzione delle massime organizzazioni mondiali” (impossibilitato ad essere presente  riceverà l’onorificenza successivamente); Stefano Gori: “Atleta non vedente plurimedagliato, ha conseguito eccellenti risultati a livello internazionale e nazionale. Da anni porta la propria esperienza nelle scuole di tutta Italia, dove è chiamato a spiegare ai giovani l’importanza dello sport e di una vita dove al primo posto ci sono i valori della lealtà, del rispetto degli altri e della solidarietà. Legato da tempo a Capannori, di cui è anche Ambasciatore, è un esempio per tutti per la sua tenacia”.

Successivamente il sindaco Luca Menesini ha nominato 13 ‘Ambasciatori di Capannori' consegnando loro una pergamena con la motivazione del riconoscimento.   
Associazioni Ville e Palazzi Lucchesi:“Per la costante attività di promozione, valorizzazione e sviluppo del sistema delle Ville e dei Palazzi Lucchesi, a partire dalla pluriennale esperienza del Premio Nazionale Ville Lucchesi e delle numerose pubblicazioni e iniziative. Ha favorito la crescita di uno dei fattori attrattivi e identitari del nostro territorio, che in questi anni ha avuto la capacità di innovare e crescere anche nell’offerta turistica, senza perdere di vista gli aspetti di conservazione e tutela”; Simone Bianchi: “Disegnatore e illustratore di fama internazionale. A partire dal suo studio di Capannori, i suoi protagonisti viaggiano in tutto il Mondo, contribuendo in modo rilevante alla crescita e al riconoscimento della narrazione del fumetto come dimensione innovativa e creativa dell’arte e della cultura”; Centro Culturale Compitese: “Cuore pulsante del Borgo delle Camelie, della Mostra “Antiche Camelie della Lucchesia” e del Camellietum Compitese- Giardino di Eccellenza. In oltre 40 anni di attività è riuscito a creare comunità, lavoro, sviluppo, bellezza in un borgo rurale del territorio, che oggi è riconosciuto in tutto il mondo come patria della Camelia,  punto di eccellenza della Città di Capannori e luogo simbolo del vivere slow”; Distretto cartario: “Per essere il motore produttivo del nostro territorio e veicolo di occupazione, sviluppo e benessere. Per la sua capacità di cogliere le sfide di oggi  sui temi della sostenibilità e di innovare processi produttivi verso un orizzonte di transizione ecologica”; Ivano Fanini: “Imprenditore e protagonista del mondo dello sport, icona del ciclismo nazionale ed internazionale, patron di ‘Amore & Vita’, ha fatto la storia del ciclismo e ha portato il nome di Capannori in giro per il Mondo. Dirigente sportivo più vittorioso nel ciclismo, è espressione autentica dell’identità capannorese e del fare della propria passione una attività apprezzata e riconosciuta a livello internazionale”;  Roberto Giovannini: “Documentarista e appassionato di storia locale e storie del territorio. Capace di creare, attraverso il documentario, ponti tra Capannori e numerosi luoghi in tutto il mondo. Prezioso e fondamentale il suo contributo alla riscoperta e al racconto del grande esploratore Carlo Piaggia”; Italcanna: “Azienda leader mondiale nel settore delle canne da pesca, punto di riferimento sul territorio per appassionati e professionisti di questo sport, simbolo della capacità della piccola e media impresa territoriale di ottenere successi e visibilità internazionale grazie a produzioni che dimostrano l'alta qualità del Made in Italy e del Made in Capannori”; Paola Massoni: “Soprano lirico, autrice di romanzi e saggistica, di spettacoli musicali e teatrali, che ha ottenuto premi e riconoscimenti prestigiosi a livello nazionale ed internazionale. Fondatrice della scuola di musica Kalliope, Accademia della Voce Artistica, con le sue composizioni ha portato la creatività di Capannori ad essere apprezzata nel Mondo”; Valter Nieri: “Giornalista appassionato e grande animatore e promotore del tessuto sportivo, grazie al Premio Fedeltà allo Sport ha portato a Capannori i massimi rappresentanti delle principali discipline sportive, contribuendo a rafforzare la comunità sportiva locale e a promuovere il territorio e le sue eccellenze; Cristina Picchi:  “Regista e visual artist di livello internazionale. I suoi film sono stati presentati in Festival e gallerie di tutto il Mondo vincendo premi, tra gli altri, ai Festival di Locarno, Clermont-Ferrand e Thessaloniki.  E' oggi espressione di punta per la nostra comunità nel settore cinematografico e dell’audiovisivo”; Stefano Picchi: “Cantautore impegnato, musicista e compositore di grande sensibilità, vanta una partecipazione al Festival di Sanremo. Insieme all'attività autoriale ha saputo sviluppare progetti e occasioni per promuovere e diffondere l'arte e la musica tra i giovani del territorio lucchese diventandone punto di riferimento”; Caterina Rocchi: “Presidente della “Manga School”, per aver creato un polo di riferimento sul territorio di Capannori per giovani talenti provenienti da tutto il Mondo nell’ambito del disegno manga, sapendo coniugare l’esplosione di un genere letterario, con opportunità concrete per i giovani di sviluppo di competenze creative”; Matteo Santangelo: “Punto di riferimento scientifico dell’Osservatorio Astronomico di Capannori per l’impegno profuso nella divulgazione scientifica relativa allo studio dell’astronomia, e per la capacità di creare relazioni tra l’Osservatorio Astronomico di Capannori e la comunità scientifica internazionale”.

La cerimonia è proseguita con la consegna, sempre da parte del primo cittadino, del Premio ‘Città di Capannori’,  un diamante verde in plastica riciclata realizzato da Stefano Giovacchini, accompagnato da  una pergamena in cui sono spiegate le motivazioni del riconoscimento ricevuto.   
A ricevere il premio sono stati: Daccapo: “Un emporio del riuso diventato un vero e proprio punto di riferimento per tante famiglie. Con la sua storia, la scelta di aiutare le persone in difficoltà e quella di dare opportunità a persone svantaggiate rappresenta i valori propri della comunità di Capannori, quali sostenibilità ambientale e sociale”; Brunello Fanini: “Per il ruolo chiave nella promozione dello sport e del ciclismo femminile in particolare, e l'istituzione del Giro della Toscana - Internazionale Femminile intitolato  a  Michela Fanini. Con il suo amore per Capannori e per il ciclismo è un punto di riferimento per tante giovani atlete appassionate di uno sport che racconta il territorio” (il premio è stato ritirato dal fratello Ivano); Monica Ferrucci : “Per le “Caprette di Valgiano”, ormai una vera e propria istituzione. Con passione e grande professionalità porta avanti un antico mestiere, intimamente legato con il territorio, dando sapori e colori nuovi ai prodotti del Capannorese”; Laboratorio Conserve: “Per la lotta allo spreco alimentare e per l'inclusione sociale e lavorativa. Un'esperienza che traduce in realtà i valori propri della comunità di Capannori,  attenta alla sostenibilità, a non lasciare indietro nessuno e alla qualità del cibo”; Lillero: “Una realtà associativa composta da tanti giovani legati dalla passione per l'ambiente, dalla voglia di promuovere una cultura della solidarietà e dell'uguaglianza. Attraverso il mercatino del baratto e a tante iniziative legate al riuso e riciclo, contribuisce da anni al racconto di Capannori come città della sostenibilità; Naturanda:  “Azienda che ha fatto propri i principi cardine della comunità di Capannori, come la sostenibilità e l'ecologia. Con la produzione di stoviglie totalmente compostabili contribuisce a promuovere una cultura di rispetto dell'ambiente e del Pianeta”; Selene Spa: “Per il progetto “NextBag”, che realizza il riciclo degli imballaggi di plastica. Con questo progetto l'azienda sviluppa il tema della sostenibilità e della produzione circolare, attraverso il recupero degli imballi usati, il riciclo degli stessi e il riuso della materia prima rigenerata”;  Slow Food Condotta del Compitese e Orti Lucchesi APS: “Per la promozione di una cultura del cibo sostenibile, locale e genuino, per la capacità di valorizzare la rete delle osterie e dei ristoranti del territorio che sposano la filosofia slow, per la passione con cui fa conoscere alle nuove generazioni il profondo legame fra benessere e alimentazione”; Terra di tutti: “Per aver applicato creatività e bellezza al riuso, realizzando anche laboratori d'inclusione lavorativa. Esempio concreto di economia civile, contribuisce a promuovere una cultura del design sostenibile”; Antonio Tolomei: “Scrittore, artista eclettico, legato alla storia, ai valori e all'identità del territorio, valorizza nelle sue opere tratti e caratteristiche di Capannori, contribuendo a far crescere il sentimento di fierezza e orgoglio per l'appartenenza a questo Comune, attraverso tradizione e innovazione”; ‘Tuscany 4 Shoes’ Rete del Calzaturiero: “un progetto di collaborazione fra imprese del settore calzaturiero, supportato da Comune e Camera di Commercio, capace di mettere in rete le professionalità e competenze di oltre 60 aziende, per rilanciare un comparto produttivo di punta del Capannorese. Nato durante il Covid, rappresenta un modello di sinergia fra aziende in grado di attrarre finanziamenti europei e di garantire competitività al settore”.
Le motivazioni dei premi sono state lette da Francesco Nutini.

I contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 16 maggio 2024, ore 12:56