Anaïs Drago, Chiara Padellaro e Joy Grifoni sul palco di Lucca Jazz Donna sabato 6 ottobre ad Artè

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 29 agosto 2018, ore 12:41

06.10.2018
Comunicati Stampa, 2018, Cultura, HomePage

Autrici, oltre che interpreti e leader: Anaïs Drago, Chiara Padellaro e Joy Grifoni con i loro musicisti e i loro progetti di contaminazione sabato 6 ottobre a Lucca Jazz Donna, al teatro Arté di Capannori, a ingresso libero. 

Prosegue con successo la 14ma edizione del festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Alle 21,15 per primi sul palco Anaïs Drago & The Jellyfish per Another Music Records, con Anaïs Drago al violino, Giulio Gianì al sassofono contralto, Riccardo Sala al sassofono tenore, Gianpiero Malfatto al trombone, Gabriele Ferro alla chitarra elettrica, Viden Spassov al contrabbasso, Andrea Beccaro alla batteria.

Anaïs Drago, già protagonista dell’immagine del festival 2015, è esploratrice di diversi mondi musicali, dal folk irlandese, pop e rock, al jazz. Vanta collaborazioni prestigiose quali Giovanni Tommaso, Pier Michelatti, Ellade Bandini, Cesareo, Gilson Silveira e tanti altri, oltre ad una notevole quantità di esibizioni in festival e rassegne. Quest’anno ha trascorso un periodo Bangkok in qualità di ambasciatrice italiana del jazz, vincitrice di una residenza artistica promossa dall'associazione MIDJ in collaborazione con il MIBACT e la SIAE.

Il gruppo nasce nel 2017 sotto la guida della violinista, che imposta il lavoro sulla ricerca, la trascrizione e la rielaborazione della sterminata produzione di Frank Zappa, componendo inizialmente cinque brani originali. A seguito dell’esito estremamente positivo del lavoro di tesi il progetto diventa un programma da concerto con il nome di ''Anais Drago & The Jellyfish'': il repertorio viene arricchito da nuovi inediti e anche da arrangiamenti e rielaborazioni di alcuni dei più celebri brani di Zappa. Nel giugno del 2018 la band incide il primo omonimo album, prodotto dall'etichetta francese Another Music Records, che viene presentato a Lucca Jazz Donna.  

Nel secondo set, Chiara Padellaro con “Acqua” per  Filibusta Records: Chiara Padellaro alla voce, Danilo Blaiotta alle tastiere, Giuseppe Salvaggio al basso elettrico, Marco Tardioli alla batteria. Chiara Padellaro esce con “Acqua” quest’anno, dopo l’uscita a giugno 2016 dell’Ep “Chiedimi chi sono”. Questo nuovo lavoro discografico vede dieci brani originali scritti prevalentemente dalla cantautrice. “Acqua” è un disco vario nel genere e negli stili: predomina la canzone d’autore impregnata di jazz, ma in grado si spaziare anche tra funk, soul e pop. 

Chiudono la serata i Pure Joy Quintet (Joy Grifoni) con “Spirit of the Wood”, Abeat Records: Joy Grifoni al contrabbasso e alla voce, Guido Bombardieri al sax alto soprano CL. Basso, Francesco Baiguera alla chitarra, Mattia Manzoni al pianoforte e synth, Davide Bussoleni alla batteria.

Joy Grifoni ha ricevuto premi come musicista e compositrice quali 2008 Injazz, 2009 Note Scordate, 2010 Note di donna, 2011 Berklee Awards, 2016 European jazz award.

“Pure Joy” è un progetto jazzistico di carattere strumentale teso alla ricerca di nuove sonorità strutturali che rappresentino una sinergia creativa fra spunti mutuati dalla tradizione jazzistica e dalla Third Stream europea. Il progetto ha giovato della partecipazione di importanti nomi del panorama jazzistico nazionale ed internazionale quali Fausto Beccalossi (side-man di Al Di Meola), Stefano D'Anna (side-man di Enrico Pieranunzi), Guido Bombardieri (collaborazioni con Enrico Rava, Paolo Fresu), Avishai Cohen.Il repertorio è interamente costituito da composizioni originali inedite.  

Nell’ingresso del teatro è visitabile il percorso di opere grafiche e pittoriche di Bruno Pollacci ("Animajazz" e "Blues Fires") dal titolo “I Segni della Musica” con ritratti di artisti di jazz, blues, rock e cantautoriale. 

Il festival prosegue il 12 e 13 ottobre al Real Collegio di Lucca e domenica 21 ottobre con Irene Grandi nella chiesa di San Francesco.

Ingresso libero con la possibilità di sostenere l’associazione “Don Franco Baroni” onlus.

Nel pomeriggio, dalle 16,30 alle 18,30 al negozio Skystones&Songs, interviste con le artiste. 

Per informazioni: www.luccajazzdonna.it, pagina Facebook, account Instagram.

Locandina del Festival

Locandina del Festival


Download

News correlate
mobile_ico
Centralino: 0583 4281
Emergenze: 348 31 51251
Numero Verde: 800 43 49 83
Lun-Ven dalle 11:30 alle 13:30
Polizia Municipale: 0583 429060
logo-comune_ico
Piazza Aldo Moro 1
Piazza Aldo Moro 1, 55012 Capannori LU
P.IVA 00170780464

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune