Siglato un Patto Educativo Territoriale tra liceo scientifico 'Majorana', Comune di Capannori e soggetti e associazioni del territorio

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 24 settembre 2022, ore 14:08

Anni, 2022, Comunicati Stampa, Politiche educative, Evidenza
I rappresentanti dei soggetti firmatari del Patto

Accrescere la presenza e la partecipazione alla vita educativa scolastica di tutte le realtà territoriali, promuovere una cultura della solidarietà stabilendo alleanze educative che diano significato e robustezza alle relazioni sociali, praticare il nesso tra educazione ed esperienza civica, potenziare il ruolo della scuola come presidio democratico territoriale. Questi gli obiettivi generali del 'Patto educativo territoriale' -   che di fatto allarga a soggetti del territorio il patto educativo di Istituto del liceo scientifico 'Majorana' di Capannori  proposto dal gruppo misto di studenti e docenti 'Einvececisiamo'  - siglato questa mattina (sabato) nella sede del 'Majorana'  da I.S.I.S.S. della Piana di Lucca, Comune di Capannori, Fondazione ETS Centro Italiano di Solidarietà (Ce.I.S.) - Gruppo Giovani e Comunità di Lucca, Arcidiocesi di Lucca, Caritas Lucca, Comunità Santa Gemma, Greenpeace onlus, Bidone Associazione di Promozione sociale, Lillero aps. Della rete territoriale faranno parte anche ex-allievi del 'Majorana'. 

Il patto prevede di assicurare la partecipazione attiva degli studenti di 'Einvececisiamo' che hanno in programma di promuovere attività di tipo culturale, sociale e ambientale, improntate particolarmente alla solidarietà, sia all'interno della scuola che all'esterno in collaborazione con il Comune, disposto a mettere a disposizioni spazi per incontri ed attività, e con gli altri soggetti firmatari del documento. Tra le azioni previste dal patto, di durata triennale, l'elaborazione entro il mese di settembre di ciascun anno, di un programma annuale di interventi educativi che preveda azioni comuni ed azioni dei singoli partner, che parteciperanno ai lavori della Commissione mista incaricata di redigere ed approvare il programma stesso. Sarà realizzato un evento annuale per restituire al territorio, nei modi più opportuni, i risultati ottenuti con l'attività del patto e adottata una campagna di comunicazione che dia adeguata visibilità alle attività portate avanti.

“Questo patto è un esempio attuativo dei patti educativi di comunità previsti dalla normativa europea, all'interno della quale si sviluppa la normativa nazionale,  ed ha l'obiettivo di favorire lo sviluppo di una comunità educante fondata sulla circolarità dei saperi e delle esperienze educative tra le varie componenti scolastiche e territoriali - spiega il dirigente scolastico del liceo scientifico 'Majorana', Luigi Lippi-. L'obiettivo è innanzitutto quello di valorizzare ed accogliere  le proposte culturali e formative provenienti  dagli studenti, e in particolare dal gruppo Einvececisiamo, per renderli sempre più protagonisti e creare una rete territoriale tra la scuola e le varie realtà territoriali per dar vita a nuove alleanze educative. Il patto è aperto alla collaborazione con ulteriori realtà, nella prospettiva di ampliare le sinergie, ponendo la scuola come punto di riferimento educativo. Ringrazio tutti i soggetti che hanno sottoscritto il patto per la loro preziosa collaborazione e disponibilità”.

“Siamo molto soddisfatti di siglare questo patto educativo che di fatto dà il via alla costruzione di una rete educativa territoriale che vede la collaborazione della scuola con il Comune, altri enti e associazioni promuovendo un nuovo modello educativo – afferma il sindaco, Luca Menesini –. Un modello che non considera più la scuola un istituto culturale a sé stante, ma che si interfaccia e dialoga con la comunità, che così diventa comunità educante. L'aspetto più bello e importante di questo patto è il protagonismo degli studenti che con le loro proposte, anche in un'ottica di cittadinanza attiva, saranno il vero motore di questo nuovo percorso. Da parte nostra offriamo la massima collaborazione a partire dal mettere a disposizione gli spazi pubblici necessari allo svolgimento di incontri e attività”.

“Il nostro gruppo vorrebbe dare nuovamente significato alla parola 'solidarietà'.
I suoi componenti e le associazioni che fanno parte del Patto infatti si uniranno e troveranno equilibrio e armonia in azioni solidali - afferma Tommaso Tognetti rappresentante del gruppo Einvececisiamo-. 
Il Patto territoriale, difatti, sottolinea l’importanza e l’esigenza di queste azioni a livello sociale e ambientale
ed è manifestazione di volontà democratica, di educazione civica e di spirito europeo.
L’obiettivo è dunque chiaro, le energie si uniscono per la nascita di un tessuto sociale forte e coeso, dinamico e democratico. Ringraziamo tutti i soggetti sottoscrittori, la direttrice dei servizi generali e amministrativi del 'Maiorana' Silvia Galli, il Consiglio d'Istituto e tutti i professori e i ragazzi di Einvececisiamo'. 

“Tra le varie attività che proporremo c'è la realizzazione di alcuni interventi di teatro civile, in collaborazione con Ceis Lucca - spiega Sofia Quarto, rappresentante di IoNonCiSto, sottogruppo di Einvececisiamo-. Interventi che metteranno in evidenza comportamenti quotidiani che contribuiscono alle ingiustizie sociali e favoriscono il radicamento delle organizzazioni mafiose“.

Alla firma del Patto Educativo erano presenti il dirigente Scolastico del liceo ‘Majorana’, Luigi Lippi, il sindaco Luca Menesini,  Monsignor Michelangelo Giannotti vicario generale della Diocesi di Lucca, Sonia Ridolfi, presidente Fondazione ETS Centro Italiano di Solidarietà (Ce.I.S.) - Gruppo Giovani e Comunità di Lucca, Don Simone Giuli, direttore di Caritas Lucca,  Elena Giusti per Greenpeace onlus, Sara Tocchini presidente di  Bidone Associazione di Promozione sociale, Don Damiano Pacini della Comunità Santa Gemma, Laura Ferroni per Lillero Aps.
 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune