L'amministrazione Menesini chiede a Poste un postamat a Colle di Compito e di risolvere i disservizi nella zona sud

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 24 settembre 2022, ore 14:08

Anni, 2022, Comunicati Stampa, HomePage
Insegna Poste Italiane

Stop ai disservizi nella consegna della posta nella zona del Compitese e installazione di un Postamat nella frazione di Colle di Compito.

Sono queste le due principali richieste che l'amministrazione Menesini fa a Poste Italiane, inviando una missiva al direttore della filiale di Lucca, per provare a migliorare la qualità di un servizio considerato essenziale (quello postale), ma che troppo spesso funziona a singhiozzo.

Con la lettera, a firma del vicesindaco Matteo Francesconi che insieme alla consigliera comunale Claudia Berti sta seguendo la questione, viene richiesto un incontro ad hoc su questi temi, per individuare una soluzione e anche la relativa tempistica per la realizzazione.

“I cittadini ci hanno più volte segnalato forti ritardi nella ricezione di lettere che, in alcuni casi, hanno superato il mese – si legge nella missiva –. La situazione sta creando enromi disagi, con bollette che arrivano scadute e comunicazioni importanti che giungono fuori tempo massimo. Inoltre, nel Compitese è assente un Atm Postamat. Nessuno dei cinque uffici postali della zona (Colle di Compito, Pieve di Compito, Massa Macinaia, San Ginese e Carraia) ne è dotato. La situaizone si è aggravata con la chiusura degli Atm degli istituti bancari che erano presenti nella zona, l'unico attivo rimasto si trova a San Leonardo in Treponzio. Riteniamo quindi necesssaria l'installazione di un Postamat a Colle di Compito, frazione baricentrica per l'area”.

L'obiettivo di Francesconi e Berti è di presentare a Poste Italiane il quadro reale della popolazione del Compitese e i bisogni che il servizio postale deve garantire in paesi collinari, servizi che peraltro sarebbero molto utilizzati visto che non ci sono soluzioni alternative se non quelle di percorrere diversi chilometri di strada per raggiungere un bancomat.

“Siamo certi – dicono il vicesindaco Francesconi e la consigliera comunale Berti – che Poste Italiane comprenderà l'urgenza e l'importanza della richiesta, anche perché siamo determinati a non mollare. I cittadini del Compitese hanno diritto ad avere in zona quelli che sono ritenuti servizi essenziali e il servizio postale è un servizio essenziale”.

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune