Il Comune di Capannori vuole fare uno studio epidemiologico per indagare le ricadute che l'inquinamento può avere sulla salute

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 24 settembre 2022, ore 14:08

2022, Comunicati Stampa, Ambiente, Evidenza
Menesini e Del Chiaro

Comprendere le ricadute che la presenza di polveri sottili e inquinamento atmosferico possono avere sulla salute delle persone: è questo uno degli obiettivi dell'amministrazione Menesini, ritenuto necessario per indirizzare le nuove strategie da mettere in campo nella lotta all'inquinamento

Per fare ciò, il Comune di Capannori vuole commissionare uno studio epidemiologico che interessi tutti i Comuni della Piana e metta in correlazione le tipologie di malattie presenti sul territorio con le emissioni.

“Sempre più spesso emergono studi che delineano possibili correlazioni fra l'inquinamento di una zona e alcune tipologie di malattie – dice il sindaco Luca Menesini –. Un dato che era emerso anche in relazione al Covid, e che merita di essere apprfondito a trecentossessanta gradi, quindi in relazione a più tipologie di malattie, da quelle cardiovascolari a quelle respiratorie. La Piana di Lucca è maglia nera in Toscana per i dati dell'inquinamento dell'aria, questo anche per la particolare conformazione che ha il territorio da Lucca fino alla Valdinievole. Accanto a questo, siamo un'area che ha un importante settore produttivo ed industriale: è fondamentale portare avanti stretegie condivise per migliorare la qualità della vita delle persone, in equilibrio con le necessità delle imprese. Già da diversi anni stiamo portando avanti progetti per ridurre l'inquinamento attraverso la piantumazione di alberi e altre misure, ma vista la delicata fase che il nostro Paese sta vivendo, sentiamo il bisogno di fare ulteriori approfondimenti e mettere in campo nuove soluzioni”.

Per dare il via allo studio epidemiologico il Comune di Capannori, insieme  all'Osservatorio di Rinascita Ambientale del Comune, coinvolgeràle istituzioni sanitarie regionali. 

“Un approfondimento che partirà anche dalle evidenze che emergeranno dal progetto Veg-Pm10, ancora in corso, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che ringrazio – aggiunge l'assessore all'ambiente Giordano Del Chiaro –. Ci muoviamo con l'obiettivo di fare una panoramica molto articolata e capace di farci da punto di riferimento per le scelte presenti e future. Di fronte alle nuove emergenze è obbigatorio studiare, conoscere e capire per poi agire nel migliore dei modi”.      

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune