Giovedì 20 ottobre è in programma la presentazione del progetto di riqualificazione della Torre dello Spada di Parezzana

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 28 novembre 2022, ore 13:18

Anni, 2022, Comunicati Stampa, Urbanistica, Evidenza
La Torre dello Spada


Giovedì 20 ottobre, alle ore 21.00, nella sala consiliare del Comune si terrà la presentazione del progetto di riqualificazione della Torre dello Spada di Parezzana. Il progetto è stato candidato dal proprietario della torre, in sinergia con il Comune di Capannori, al bando per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale da finanziare nell’ambito del PNRR rivolto a persone fisiche, soggetti privati, enti del terzo settore, fondazioni e cooperative. In particolare il bando è rivolto ad erogare contributi a fondo perduto fino a 150 mila euro per il recupero e il restauro di edifici, strutture e monumenti rurali.
All'incontro interverranno il sindaco, Luca Menesini, Umberto Borgioli, proprietario della Torre dello Spada, Giordano Del Chiaro, assessore all'urbanistica, Paolo Del Debbio e Laura Panzani, progettisti e lo storico Nicola Laganà. L’incontro è organizzato in collaborazione con le associazioni paesane, alcune delle quali hanno già dato la propria disponibilità a collaborare per la valorizzazione culturale e turistica della torre. 

“La torre dello Spada rappresenta un monumento simbolo per il nostro comune e in particolare un elemento caratterizzante del paesaggio rurale capannorese – afferma   l’assessore Giordano Del Chiaro -. Da queste premesse è nata una bella sinergia con la famiglia Borgioli, proprietaria della torre e dell’area circostante, che ringraziamo per la disponibilità, che ha presentato un progetto per la sua riqualificazione, partecipando al bando Pnrr per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale al fine di preservarla, ma anche di renderla visitabile da cittadini e turisti. La torre è stata oggetto di interventi sulla parte esterna alcuni anni fa, ma il nuovo progetto ne prevede una completa riqualificazione, con lavori esterni di nuova intonacatura, riposizionamento del faro alla sua sommità, realizzazione di un’illuminazione esterna e l’installazione di una scala al suo interno per permettere ai visitatori di salire i tre piani e affacciarsi dalla sommità per ammirare il paesaggio”. 

Nel corso della serata di presentazione del progetto, grazie alla presenza di uno storico, si parlerà anche delle varie ipotesi sull’origine della torre, costruita con tutta probabilità a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento.  Alcuni sostengono che sia nata come un faro trovandosi in una zona paludosa, altri come torre di avvistamento per controllare il territorio dalle incursioni dell’esercito fiorentino, altri ancora come un deposito agricolo.

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune