Il sindaco Luca Menesini: "No agli assi viari progettati da Anas. Le indicazioni del territorio vanno ascoltate"

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 18 aprile 2019, ore 15:56

2019, Comunicati Stampa, Mobilità, Evidenza
Il sindaco Luca Menesini

"Finalmente i dubbi sulla validità dell'asse nord-sud progettato da Anas non sono più solo i dubbi del sindaco Menesini e di pochi cittadini, ma sono dubbi diffusi nella comunità e fra coloro che ricoprono ruoli istituzionali. Io ho usato parole forti come ‘troiaio’ per descrivere il progetto Anas proprio perché volevo che tutti ci mettessero la testa. Mi sembra assurdo che un progetto così impattante vada a dritto sui nostri territori, ed essere il solo che dice no al progetto Anas, che deturpa il territorio e non risolve i problemi del traffico nella Piana".

Con queste parole il sindaco di Capannori Luca Menesini commenta la manifestazione sugli assi viari svoltasi stamani.

"Siamo stati i primi a mostrare pubblicamente il progetto - continua - lo abbiamo fatto ad Arté il 21 marzo scorso, e subito dopo abbiamo aperto in Comune uno sportello per i cittadini, in modo che avessero tutte le informazioni di cui necessitano per far valere i propri diritti. Lo abbiamo fatto perché un'opera del genere non si può criticare dopo, quando ormai è fatta. Quest'opera va modifica prima, perché se va fatta va fatta bene.

Per questo motivo sono soddisfatto del fatto che la Regione Toscana esprima un parere sentiti i Comuni coinvolti, ovvero Lucca e Capannori. Sono certo che la Regione di fronte al parere contrario di Capannori - sì, noi diamo parere contrario a questo progetto come già anticipato quando Anas ha presentato il progetto definitivo - aprirà un tavolo di concertazione fra tutti, in modo da trovare soluzioni. Non spetta ad Anas dire se una modifica si può fare o meno: Anas è un Ente tecnico e deve fare il tecnico. Se la Regione, nel suo ruolo di coordinamento, decide che va trovata una strada condivisa, quella è la strada che prenderemo e che utilizzeremo.

Vi dico anche perché daremo parere contrario al progetto di Anas: perché non accoglie le modifiche più importanti che avevamo chiesto con l'inchiesta pubblica e con la Via. Anzitutto non tiene di conto del progetto del raddoppio ferroviario e della nuova  viabilità ad esso collegata. È scandaloso, visto che Rfi ed Anas sono nella stessa società.

Il progetto Anas vorrebbe utilizzare la via Domenico Chelini come asse per arrivare al casello del Frizzone, tagliando a metà territorio e rovinando la vita ai centri abitati di Capannori, Tassignano, Paganico e Santa Margherita. Con me questo non accadrà mai: Anas deve recepire le nuove viabilità già finanziate da RFfi e utilizzare via del Rogio come via di collegamento con l'autostrada, salvaguardando così i centri dei nostri paesi.

Vogliamo inoltre che il sistema tangenziale non sorvoli il territorio ma ci si integri, quindi no alle sopraelevate. Ci vogliono più intersezioni in zona San Pietro a Vico perché sennò i Tir delle aziende di lì resteranno su viale Europa, su via Lombarda e tante altre vie secondarie. Ai Laghetti di Lammari ci vogliamo un vero e proprio bosco, non qualche alberello mitigatorio.

Questa è solo una sintesi dei punti irrinunciabili per Capannori e per l'intera Piana. Poi ci sono gli aspetti idrogeologici e paesaggistici.

Per queste ragioni daremo parere contrario al progetto dell'asse nord-sud di Anas e siamo sicuri che la Regione darà la possibilità agli Enti interessati di lavorare ai cambiamenti opportuni, perché se un'opera si vuole fare si fa in accordo con la comunità che la deve in parte ospitare. Sennò la verità è un'altra e a Capannori non ci facciamo prendere in giro né dai tecnici romani, né da chi pensa al proprio successo politico prima che agli interessi del territorio".

mobile_ico
Centralino: 0583 4281
Emergenze: 348 31 51251
Numero Verde: 800 43 49 83
Lun-Ven dalle 11:30 alle 13:30
Polizia Municipale: 0583 429060
logo-comune_ico
Piazza Aldo Moro 1
Piazza Aldo Moro 1, 55012 Capannori LU
P.IVA 00170780464

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune