Altopascio, Porcari e Capannori unite da una pista ciclopedonale lungo la via Francigena storica: presentato in Regione in progetto

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 29 gennaio 2022, ore 14:08

2022, Comunicati Stampa, Agricoltura, Mobilità, Evidenza
Gli assessori in bicicletta

Una pista ciclopedonale che colleghi Altopascio, Porcari e Capannori per poi proseguire, attraverso il tratto già realizzato, a Lucca. È questo il progetto Francigena Greenways Extend che i tre Comuni della Piana hanno presentato nei giorni scorsi alla Regione per ottenere un finanziamento grazie alle risorse messe a disposizione dal Ministero della Transizione Ecologica per interventi per migliorare la qualità dell’aria. L’opera si svilupperà lungo la dorsale della via Francigena storica mettendo in collegamento punti strategici dei Comuni coinvolti, come servizi pubblici, scuole, centri commerciali naturali, zone produttive e luoghi di interesse turistico, oltre a importanti nuclei abitativi. Il costo previsto è di circa 2 milioni e mezzo di euro.

“Un’infrastruttura di mobilità sostenibile che avrà un impatto strategico nella Piana – commentano i tre assessori all’ambiente di Capannori, Altopascio e Porcari, rispettivamente Giordano Del Chiaro, Daniel Toci e Franco Fanucchi -. La Piana, anche se separata da confini amministrativi, è un’area unica caratterizzata da intense relazioni funzionali e sociali. Dagli studi effettuati l’opera sarebbe in grado di intercettare un buon numero di spostamenti quotidiani che avvengono con i mezzi a motore, anche per motivi lavorativi, fra i tre Comuni e verso la città di Lucca. Si comprende quindi come la pista ciclopedonale migliorerebbe la qualità della vita dei cittadini riducendo le emissioni in atmosfera e valorizzando, anche dal punto di vista turistico, i territori. Auspichiamo che la Regione Toscana, che si sta dimostrando sempre più attenta al tema dell’aria, finanzi questo intervento.

Il tracciato previsto ha uno sviluppo di 10 chilometri e 400 metri. Si parte dall’ospitale di Altopascio per poi entrare nel centro storico del paese del Tau. Di qui si attraversa Badia Pozzeveri per poi raccordarsi alla via Romana ed entrare nel centro di Porcari. Da qui, tramite via del Centenario, oltrepassando la rotatoria, torna sulla via provinciale Romana, intercettando l'accesso alla frazione di Paganico e, proseguendo sulla via comunale Romana, termina alla chiesa situata nel centro di Capannori. Da qui si può proseguire in direzione Antraccoli e poi Lucca utilizzando il tracciato già realizzato.

Lungo il tracciato, l’infrastruttura raccorda tra loro i nuclei abitativi, i servizi pubblici, come uffici postali, la Casa della Salute del Turchetto, farmacie comunali, scuole di diverso ordine e grado, luoghi di culto, spazi a verde e uffici pubblici. Saranno inoltre interessate dalla pista ciclopedonale le zone dove sorgono negozi e grandi strutture di vendita, poli produttivi come quello di Turchetto e luoghi di interesse turistico e paesaggistico. Sono poi raccordati da questa infrastruttura i percorsi del trasporto pubblico locale e le stazioni ferroviarie di Altopascio, Porcari e Capannori.

La Piana di Lucca, in relazione alla sua struttura insediativa diffusa ed a alto grado di densità̀, può̀ essere in gran parte considerata una “città effettiva” nella quale si muovono giornalmente oltre 70 mila pendolari che effettuano spostamenti casa-studio e casa-lavoro utilizzando in larga prevalenza, si stima l’80%, il mezzo privato.

 

 

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune