Al via dal 19 novembre la consegna dei bidoncini con microchip per la raccolta dell'organico alle famiglie che praticano il compostaggio domestico

Stampa la pagina

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 28 novembre 2022, ore 13:18

Anni, 2022, Comunicati Stampa, Ambiente, Grandi temi, Rifiuti Zero, HomePage
L'assessore Giordano el Chiaro con il presidente di Ascit Ugo Salvon

Prenderà il via dal prossimo 19 novembre la consegna dei bidoncini marroni dotati di microchip per la raccolta dell’organico destinati alle famiglie del territorio che praticano il compostaggio domestico che andranno a sostituire i vecchi contenitori. Dal prossimo 1° gennaio, secondo quanto previsto dal nuovo regolamento per l'applicazione della tariffa corrispettiva di gestione dei rifiuti urbani, coloro che fanno il compostaggio o il lombricompostaggio dovranno infatti ridurre al minimo lo scarto organico che viene ritirato dagli operatori di Ascit. Per questo potranno utilizzare il bidoncino marrone gratuitamente per non più di 1 volta a settimana per un totale di 52 ritiri l’anno per conferire gli scarti di umido che non possono essere inseriti nel composter. Eventuali conferimenti aggiuntivi saranno conteggiati nella parte variabile della tariffa. Comune e Ascit stanno per inviare una comunicazione a tutte le famiglie che praticano il compostaggio domestico o il lombricompostaggio per informarle del cambiamento relativo alla raccolta dell’organico e comunicare loro il luogo, l’ora, e le modalità di ritiro del nuovo bidondicino per l’organico, che potrà essere ritirato solo esibendo la comunicazione ricevuta. La consegna è personalizzata e i cittadini potranno effettuare il ritiro nel luogo e nell’orario indicato nella comunicazione.

“L’obiettivo di questa novità, insieme ad altre già avviate, che partirà con il nuovo anno è quello di valorizzare al massimo l’utilizzo della compostiera domestica o della lombricompostiera e di ridurre al minimo indispensabile la produzione della frazione umida da conferire negli appositi bidoncini dove dovranno essere conferiti solo quegli scarti che non possono essere gettati nel composter - spiegano l’assessore all’ambiente, Giordano Del Chiaro e il presidente di Ascit, Ugo Salvoni-.  Tutto questo continuando a premiare con significative riduzioni della tariffa i comportamenti virtuosi che molti cittadini stanno adottando. Riconosciamo il loro impegno quotidiano di questi anni che costituisce un esempio per tutti, per il quale li ringraziamo e prevediamo importanti sconti in bolletta.  A chi pratica il compostaggio domestico, infatti, viene garantito il 30% di sconto sulla parte variabile della tariffa, per chi non ha in dotazione il bidone del verde ed uno sconto del 10%, sempre sulla parte variabile, nel caso in cui l’utenza abbia attivo il servizio di ritiro degli sfalci con l’utilizzo dell’apposito bidone che continuerà ad essere garantito senza costi aggiuntivi. Uno dei prossimi obiettivi, nell’ambito della strategia di economia circolare che stiamo portando avanti, è quello di arrivare al 50% dei capannoresi che praticano il compostaggio. Questa novità rientra nella strategia con cui vogliamo compiere un ulteriore passo avanti verso una migliore raccolta differenziata, già arrivata ad ottimi livelli, in modo da conferire sempre meno quantità di materiali ai vari impianti con benefici per l’ambiente ma anche economici”. 

Il calendario della distribuzione dei nuovi bidoncini marroni con microchip: sabato 19 novembre ore 9-18 sala Logos all’interno dello sportello al cittadino zona Nord di Marlia e sala del consiglio comunale (sede comunale di piazza Aldo Moro); sabato 26 novembre ore 9-18 scuola primaria di Lammari e sportello al Cittadino Zona sud a San Leonardo in Treponzio; sabato 3 dicembre ore 9-18 sede della Misericordia Santa Gemma Galgani a Camigliano e sede dei donatori di sangue di Colle di Compito. Chi è già in possesso dei bidoncini dell’organico è pregato di consegnarli al momento del ritiro di quelli nuovi.    

Le altre novità introdotte dal nuovo regolamento per l'applicazione della tariffa corrispettiva di gestione dei rifiuti urbani sono l'introduzione a partire dallo scorso  luglio, della raccolta 'porta a porta' sperimentale dei rifiuti tessili, che con cadenza bimestrale interessa le frazioni di Capannori, Tassignano, Paganico, Carraia, S.Margherita, Pieve San Paolo e Lunata e  di nuove regole per le famiglie che usufruiscono del ritiro del verde che sarà gratuito per coloro che praticano il compostaggio domestico ed avrà un costo di 35 euro l'anno per gli altri. Al fine di contrastare l'uso della plastica 'usa e getta', inoltre, dal prossimo anno la frequenza del ritiro del multimateriale presso le abitazioni che è di due volte a settimana diventerà settimanale, senza limiti di quantità.

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune