Versione adatta alla stampa

Nasce il tavolo permanente per tutelare la qualità dell'aria

Foto di gruppo

 Al via il tavolo permanente contro l’inquinamento dell’aria per tenere alta l’attenzione su un tema delicato e studiare sempre nuove soluzioni da sperimentare per abbattere le Pm10.
Il primo summit del nuovo organismo si terrà giovedì 21 gennaio a Capannori. Parteciperanno i cinque Comuni della Piana che hanno adottato unitamente un nuovo piano d’azione comunale (Pac) per ridurre le polveri sottili, la Provincia, l’Arpat e l’azienda Usl 2 di Lucca.


L’idea di strutturare un vertice operativo che, a cadenza regolare, lavori sul tema della qualità dell’aria è partita dal sindaco di Capannori Luca Menesini e dall’assessore all’ambiente del Comune di Lucca Francesco Raspini, preoccupati dei dati di Pm10 riscontrati nel territorio della Piana e della Valdinievole.


“La qualità dell’aria è una questione centrale e la nostra zona è paragonabile a una piccola pianura padana – spiegano Menesini e Raspini –. A noi non interessa prendere quei provvedimenti emergenziali che ci tutelano dal punto di vista della legge, ma che a poco servono per salvaguardare la salute dei cittadini. L’obiettivo è di provare con forza ad abbattere le Pm10 nell’aria, perché è una strada da percorrere se vogliamo tutelare il diritto alla salute. In quest’ottica, accanto agli amministratori e alla Provincia, abbiamo ritenuto opportuno chiedere la collaborazione di Arpat e Usl 2, in modo che il lavoro sia coordinato con chi conosce bene gli aspetti tecnici dell’inquinamento e chi si occupa, ogni giorno, della salute delle persone. Oltre a seguire il funzionamento delle misure strutturali anti-smog realizzate con il nuovo Pac, questo tavolo permanente studierà nuove soluzioni per abbattere le Pm10, che poi i nostri Comuni sperimenteranno. La battaglia è appena iniziata, e vogliamo condurla con serietà e impegno. Qualità dell’aria significa qualità della vita dei cittadini: per noi priorità assoluta”.  
Un ruolo particolare a questo tavolo, inoltre, sarà giocato dalla Provincia. L’Ente di palazzo Ducale, infatti, è coinvolto nell’operazione per progettare soluzioni dal punto di vista della mobilità, in particolare sul trasporto pubblico locale. Più volte è emersa la necessità di potenziare il servizio pubblico per incentivare i cittadini a lasciare la macchina a casa e muoversi con pullman e navette.


“I progetti che emergeranno da questo tavolo – concludono Menesini e Raspini – finiranno sulla scrivania del presidente della Regione Enrico Rossi. Il supporto regionale è importante, perché questa battaglia possa dare risultati in tempi ragionevoli. Sappiamo che Rossi ha a cuore il tema delle Pm10 e che quindi farà la sua parte per l’area della Piana e della Valdinievole, maglia nera in Toscana. Tutti insieme riusciremo a ottenere risultati significativi”. 

Contatti

Centralino 0583 4281
Reperibile 348 38.51.25.1

Numero verde 800 43.49.83
(lun-ven dalle 11:30-13:30)

Fax 0583 42.83.99
 

Polizia Municipale
0583 42.90.60

InterPro Regionale
Protocollo Interoperabile

P.E.C del Comune

Indice Amministrazioni

Elenco siti tematici

Privacy Policy