Giovani migranti e volontari hanno ripulito i sentieri dell'Oasi WWF Bosco del Bottaccio e del Bosco del Tanali

Avviso: i contenuti di questa pagina sono aggiornati al giorno 29 agosto 2018, ore 12:41

16.06.2018
2018, Comunicati Stampa, Ambiente, Politiche per la comunità, HomePage, Grandi temi, Una comunità inclusiva

Giornata di manutenzioni all’Oasi Wwf Bosco del Bottaccio di Castelvecchio di Compito e al vicino Bosco di Tanali. Stamani (sabato), nell’ambito del progetto di pulizia partecipata promosso dal Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord in collaborazione con i Comuni di Capannori e Bientina e le associazioni Legambiente Capannori e Piana Lucchese e Legambiente Valdera, due gruppi di volontari hanno effettuato alcuni interventi. Assieme a loro c’erano una decina di giovani migranti ospitati nelle strutture di accoglienza del capannorese.

L’operazione è consistita, in modo particolare, nella rimozione dai sentieri e dai camminamenti di arbusti e piante la cui crescita è stata favorita dal caldo intervallato dalle piogge. Lo sfalcio è stato effettuato manualmente. In questo periodo, con la presenza di molti uccelli nidificanti e di specie rare di piante in fioritura, sarebbe infatti dannoso intervenire con macchine o attrezzi rumorosi. L’iniziativa ha avuto anche una valenza educativa: i ragazzi migranti hanno imparato a distinguere le piante da conservare e quelle da tagliare, inoltre hanno potuto osservare alcuni animali.
  “In questa bella stagione in corso, le nostre oasi sono più curate e maggiormente fruibili da parte di tutti i cittadini, grazie all’opera dei volontari delle associazioni e dei migranti, che si adoperano insieme per il nostro territorio – sottolinea il presidente del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, Ismaele Ridolfi – Il nostro Ente, collaborando al progetto e tenendo in manutenzione gli affluenti delle aree umide, contribuisce a valorizzare l’unicità ambientale di questa zona, importante polmone di bellezza e habitat privilegiato”.

“Siamo soddisfatti del risultato di questa iniziativa che vede protagonisti istituzioni, associazioni e migranti – aggiunge l’assessore alle politiche per la comunità, Francesco Cecchetti -. Grazie all’impegno di tutti i soggetti coinvolti viene dato un contributo importante per rendere belle e fruibili due importanti aree naturalistiche. Questo ‘patto’ per la cura e la pulizia ha anche un rilevante risvolto sotto il fronte dell’integrazione, perché fa sentire utili i giovani migranti che si impegnano a titolo volontario e gratuito”.

Per l’associazione Legambiente Capannori e Piana Lucchese era presente la direttrice Maria Cristina Nanni, mentre per Legambiente Valdera ha partecipato Carlo Galletti.

Giovani migranti ripuliscono il Bosco del Tanali

Giovani migranti ripuliscono il Bosco del Tanali

I volontari durante la pulizia

I volontari durante la pulizia


Download

News correlate
mobile_ico
Centralino: 0583 4281
Emergenze: 348 31 51251
Numero Verde: 800 43 49 83
Lun-Ven dalle 11:30 alle 13:30
Polizia Municipale: 0583 429060
logo-comune_ico
Piazza Aldo Moro 1
Piazza Aldo Moro 1, 55012 Capannori LU
P.IVA 00170780464

Servizi Online

Servizi

ico_comune
ico_comune